Il computer di Bach

Lettura matematica
del contrappunto bachiano.

 

Home page di Sergio Chiodo

Si tratta di un ciclo di  due incontri durante i quali le opere proposte all'ascolto vengono riprodotte tramite una tastiera elettronica comandata da un computer. L’utilizzo di un programma di elaborazione musicale permette di modificare in tempo reale l’esecuzione dei brani, così da far apprezzare le architetture compositive di Bach anche a coloro che non sanno leggere la musica.

1 - Canoni e fughe: la geometria della musica
Nel primo incontro vengono presentate le composizioni a canone che sono messe a confronto con le trasformazioni geometriche che i matematici chiamano traslazioni  e simmetrie.
Si passa quindi alla fuga, composizione la cui struttura più libera permette di aggiungere l’artificio compositivo della aumentazione/diminuzione, la quale non è altro che, in termini matematici, una dilatazione/contrazione  temporale

2 - Bach musicista enigmista
Nel secondo incontro viene sottolineata una certa attenzione che  Bach prestava ad alcuni aspetti numerologici (la sua predilezione per il numero 14) ed enigmistici (acrostici e  veri e propri rebus da risolvere).
 

La Rete Civica di Milano ospita un forum a disposizione degli utenti di questi incontri, al quale potete liberamente scrivere per segnalare iniziative, suggerire letture, fare domande, proporre spunti di riflessione etc.

Le associazioni culturali interessate alla mia attività di divulgazione possono contattarmi all'indirizzo

 


Risorse consigliate

 

www.classicalarchives.com

Anvil Studio

 


"Il computer di Bach" si è svolto a

 


Home page di Sergio Chiodo